Aumentare le Difese Immunitarie

Bambini e Malattie
5 Giugno, 2018
Dimagranti – Glucosio
5 Giugno, 2018

Il sistema immunitario rappresenta il miglior baluardo contro possibili attacchi esterni da parte di patogeni invasori…. o di fattori patogeni “nuovi”.

In certe occasioni, tuttavia, le difese immunitarie s’indeboliscono, l’organismo diviene più suscettibile alle infezioni e scatta la necessità di rafforzare tutto il sistema difensivo.

Due tipi di sistemi immunologici: Difese immunitarie Naturali e Difese immunitarie acquisite.

Difese immunitarie Naturali: sono tutte quelle difese già attive al momento della nascita tra cui  i Natural Killer  e le barriere “Naturali” dell’organismo come il muco, il manto lipidico dell’epidermide, il pH devi vari siti, succhi gastrici, la flora batterica intestinale, la febbre,  ecc…. tutti queste barriere costituiscono un’importante linea difensiva che abbiamo al momento della nascita.

Tutte le restanti difese immunitarie sono chiamate “difese immunitarie acquisite”: per essere “acquisite” è necessario che la persona si ammali e quindi entri in contatto con i fattori patogeni…. ovviamente le difese immunitarie acquisite sono le più potenti e specifiche “per ogni patogeno un anticorpo” sono difese antigene-specifiche (anticorpi e linfociti T citossici, Helper….).

Vi sono altre due classificazioni: Risposta umorale  e Risposta Cellulare

Le risposte umorali avvengono mediante la produzione d’immunoglobuline, chiamate anche anticorpi, prodotte dai linfociti B in risposta alla penetrazione di un antigene nell’organismo.

La reazione cellulo-mediata avviene mediante il contatto diretto dei linfociti T con l’antigene estraneo, anche senza la produzione d’anticorpi da parte dei linfociti B. Prevede l’attivazione dei macrofagi, delle cellule natural killer, dei linfociti T e la produzione di antigeni specifici a qualcosa di tossico per le cellule (citotossicità), nonché il rilascio di varie citochine in risposta ad un antigene.

La risposta immunitaria umorale è importante soprattutto nella difesa contro le infezioni batteriche; invece quella cellulo-mediata è efficace specie contro parassiti, virus, funghi, tumori e cellule trapiantate non self (non compatibili).

Ovviamento  ci sono anche altre cellule e sistemi specializzate che lavorano nella sorveglianza immunitaria come i monociti, macrofagi, neutrofili, Natural Killer, citochine… sitema Reticolo endoteliale… ovviamente tutto pur essendi specifico e selettivo  è anche sinergico.

Difese e Virus

Ogni gruppo di linfociti ha un’attività specifica quindi  gli anticorpi prodotti dai Linfociti B sono efficaci  contro patogeni extracellulari (batteri), mentre se un antigene – ad esempio un virus – si trova confinato all’interno di una cellula, l’incontro con il linfocita B non può avvenire.

Pertanto al posto delle immunoglobuline intervengono allora i linfociti T citossici (vei Uncaria e tabebuia) capaci di riconoscere e distruggere le cellule infettate, prevenendo la riproduzione del patogeno e delle cellule impazzite (tumorali). Il modo in cui i linfociti T riconoscono le cellule anomale e risparmiano quelle sane è piuttosto complesso, delicato e tipico di ogni individuo (vedi il fenomeno del rigetto nei trapianti).

La differenza con i recettori della linea B (detti anticorpi o immunoglobuline) è che mentre questi ultimi sono in grado di legarsi direttamente agli antigeni, le cellule T si legano soltanto ad altre cellule umane che presentano frammenti di antigene, vuoi perché infettate (MHC di classe I), vuoi perché deputate alla digestione dell’estraneo (MHC di classe II). Nel primo caso, l’intervento dei linfociti T citotossici porta alla distruzione della cellula infettata, nel secondo l’intervento dei linfociti T helper aumenta la risposta immunitaria.

Quanto detto è la semplicìficazione estrema di  sistemi molto complessi… e ce ne scusiamo.

Lo stress, associato a patologie, all’uso smodato di antibiotici e a fattori ambientali (freddo), può indebolire le difese naturali, in simili frangenti l’organismo dev’essere aiutato a rafforzare le proprie difese immunitarie.

Cibi da evitare il più possibile: Latte, formaggi, cibi raffinati, proteine animali, zuccheri

Cibi da aumentare: alimenti integrali, frutta, verdura, zuppe e spremute

Si deve fare prevenzione rafforzando la capacità delle difese immunitarie di tutto l’organismo con

Oligum Manganese Rame o Oligum D 4: rame-oro-argento

1 FIALA SOTTO LA LINGUA  PER UN MINUTO, POI DEGLUTIRE, MATTINA E ORE 18,00

L’azione degli oligoelementi è quella di svolgere un’attività catalitica, migliorando in termini cinetici l’efficienza dell’organismo. 

Manganese Rame da usare in prevenzione  nel soggetto “infettivo” in modo da renderlo più efficiente nella risposta immunitaria.

D-4 Oligum  da usare se la situazione-patogena è in corso e specialmente in soggetto  con stanchezza, ansia e Stress.

1 fiala sotto la lingua, trattenere per un minuto, poi deglutire. Mattina e ore 18,00.

FARE CURA PER ALMENO 60 GIORNI

Fitopreparato Uncaria Mater

50 GOCCE IN POCA ACQUA, PRIMA DEI TRE PASTI.

Questo fitopreparato è un composto atto a stimolate tutte le nostre capacità difensive e fagocitarie, per renderci forti ed efficienti nei confronti di tutti i fattori patogeni.

  • Uncaria (Uncaria tomentosa) > immunostimolante – stimola la produzione dei linfociti Helper e T citossici preposti all’eliminazione delle cellule danneggiate/aggredite da virus e batteri. L’uncaria è anche  ricca di steroli ad azione antinfiammatoria.
  • Tabebuia (Tabebuja avellanedae) > utile in presenza di funghi, micosi, candidosi, muffe,  immunostimolante, aiuta contro i radicali liberi, le affezioni della pelle, psoriasi e in modo particolare nei confronti dei virus e miceti (herpes, candida…)
  • Echinacea (Echinacea angustifoglia) > immunostimolante dei linfociti B preposti alla produzione degli anticorpi, utile in tutte le malattie da raffreddamento dove c’è la necessità di lavorare sulle difese umorali – ripara le lesioni delle mucose e dei tessuti.
  • Betulla (Betula pubesces) > stimola il sistema reticoloendoteliale che riguarda l’efficienza tutto il nostro sistema immunitario.

FARE CURA PER ALMENO 60 GIORNI

Vit. C

DA 1 A 2 COMPRESSE AL GIORNO

Immunostimolante – regola metabolismo ferro-rame e calcio-magnesio.

Vi ricordiamo che le vitamine sono dei coenzimi con scopo funzionale.

Vi ricordiamo che la Vit. C deacidifica il nostro organismo.

Da bacche di rosa canina

Magnesio C

1 Capsula prima dei tre pasti

Lo stess, l’ansia, l’insonnia determinano una riduzione delle nostre difese immunitarie. Pertanto useremo questo speciale integratore a base di quattro minerali di Magnesio legati (Gluconato,  Pidolato … carbonato e citrato), Vit. C e piridossina (precursore di molti neurotramettitori)

Magnesio C sarà utile: ansia, angoscia, nervosismo, insonnia, depressione, crampi muscolari, muscoli contratti, schiena rigida, nodo alla gola, pressione al cuore, aritmia cardiaca, ipertensione, dolori dello stomaco, come complemento nelle gastriti e coliti nervose, dismenorrea…

Fare cura per almeno 60 giorni da ripetere ai cambi stagione.

Fare Cura per almeno 60 giorni

Potete sempre contattarci al 366 4595 970 o scrivete a: scuoladinaturopatiahermete@gmail.com

 

 

Questa scheda tecnica, riporta informazioni che in alcun modo non vogliono sostituire la diagnosi ed il parere del Vostro medico di fiducia.