Aumentare o stimolare le difese immunitarie

Visita al Giardino dei Semplici di Zuglio Alla ricerca del Paradiso Perduto
24 Luglio, 2020

Parlare di aumentare le difese immunitarie è una cosa molto complessa

Sistemi complessi possono avere SOLO soluzioni  complesse.

Ecco perché 40 anni fa abbiamo iniziato a produrre fitopreparati… perché come Naturopati abbiamo voluto avere dei veri strumenti efficienti contro i patogeni… il risultato finale è frutto di anni di lavoro con migliaia di clienti che frequentano e stimano le nostre erboristerie.

SE SIAMO EFFICIENTI CI DIFENDIAMO MEGLIO DAI PATOGENI.

Oligum D4     

1 fiala sotto lingua, trattenere per 1 minuto, Mattina e ore 18,00 circa.      Questo composto di oligominerali ha funzioni catalitiche, quindi migliorando in termini cinetici le reazioni biochimiche del nostro organismo attivano e migliorano la risposta sia immunitaria sia del  sistema nervoso.

Fitopreparato Uncaria MATER   –  50 gocce in poca acqua, Prima dei Tre Pasti

Fitocomposto specializzato nell’attivazione di tutte le nostre difese immunitarie composto da:

Uncaria (Uncaria tomentosa)  immunostimolante – stimola la produzione dei linfociti Helper e T citossici preposti all’eliminazione delle cellule danneggiate/aggredite da virus e batteri… ricca di steroli ad azione antinfiammatoria.

 

Tabebuia (Tabebuja avellanedae)  utile in presenza di funghi, micosi, candidosi, muffe,  immunostimolante, aiuta contro i radicali liberi, le affezioni della pelle, psoriasi e in modo particolare nei confronti dei virus e miceti (herpes, candida…)

 

Echinacea (Echinacea angustifoglia) immunostimolante dei linfociti B preposti alla produzione degli anticorpi, utile in tutte le malattie da raffreddamento – ripara le lesioni delle mucose e dei tessuti.

 

Betulla (Betula pubesces)  stimola il sistema reticoloendoteliale che riguarda l’efficienza tutto il nostro sistema immunitario

In tutti i casi

 Magnesio C:  se siamo stressati si “allontanano” le nostre difese immunitarie

1 capsula prima dei tre pasti.   Questo è un integratore funzionale adatto a sostenere e rafforzare il sistema nervoso autonomo-vegetativo.

Composto da quattro tipi di Magnesio   Magnesio carbonato e citrato per deacidificare il nostro organismo (prima causa della carenza di magnesio-calcio). Gluconato di Magnesio (legato all’acido gluconico, che permette di rendere solubili i minerali in un organismo a base acqua) e un Pidolato di Magnesio con una biodisponibilità del 90% (i pidolati derivano dall’acido glutammico che è un potente neurotrasmettitore). Il tutto rafforzato da Vit. C, da bacche di rosa canina, come fissante del Magnesio e calcio e del ferro-rame (ferro catalizzatore della Dopamina) e da Vit. B6 (piridossina) da lievito la quale è fondamentale nelle variazioni dell’umore e per il Sist. Parasimpatico.  La Piridossina (Vit. B6) è il precursore di numerosi neurotrasmettitori come la serotonina….

Magnesio C sarà utile: ansia, angoscia, nervosismo, insonnia, depressione, crampi muscolari, muscoli contratti, schiena rigida, nodo alla gola, pressione al cuore, aritmia cardiaca, ipertensione, dolori dello stomaco, come complemento nelle gastriti e coliti nervose, dismenorrea…

Ragioniamo insieme:

Il sistema reticoloendoteliale (RES), anche noto come sistema fagocitario mononucleare (MPS), è un sistema funzionale dell’organismo, privo di una propria sede anatomica…Il compito del sistema reticolo-endoteliale è quello di eliminare sostanze estranee all’organismo che potrebbero essere dannose. Può anche essere coinvolto nella degradazione di sostanze endogene che hanno terminato il loro compito  (Emme)

I linfociti B…quando uno di essi incontra un antigene che si adatta al dominio variabile, lo lega a sé e comincia a produrre una serie di cellule tutte uguali e con recettori identici (cloni) mediante divisione mitotica: questa fase viene detta selezione clonale. Successivamente avviene un differenziamento: alcuni di questi linfociti diventano plasmacellule (dette anche cellule effettrici), mentre altri diventano cellule della memoria.

Linfociti T helper, i quali coordinano la risposta immunitaria controllando le altre cellule coinvolte, compresi i linfociti B e gli altri linfociti T;

Linfociti T citotossici, che attaccano e distruggono cellule estranee di procarioti, funghi parassiti, cellule cancerose, cellule infettate da virus o batteri;

Linfociti T soppressori, che inibiscono l’effetto dei linfociti B e T. 

Ok la Vit. C ma con cautela e da fonti vegetali… se nella confezione o compresse è scritto “acido ascorbico” non usate quel prodotto essendo sintetico, sconsigliato ed “improprio” per il nostro organismo

Un intestino rimane sano ed efficiente se assume adeguate quantità di fibra… quindi cibi integrali.

Una  corretta idratazione è essenziale per sfruttare al massimo l’effetto benefico delle fibre e favorire la salute intestinale.

 La relazione tra latticini ed eccesso di muco

I latticini, oltre ad essere poco digeribili, o addirittura non tollerati, possono causare, sempre agendo sull’intestino, una produzione eccessiva di muco, peggiorando lo stato di tossi e raffreddori.

Cibi da evitare il più possibile: Latte, formaggi, cibi raffinati, proteine animali, zuccheri…succhi, bibite in genere e tipo cola (contengono caffeina), Eliminare gli Zuccheri: dolci, caramelle, gelati, bibite zuccherate, cereali “bianchi”, patate… perché minano le difese immunitarie.

Cibi da aumentare: alimenti integrali, frutta, verdura, zuppe, centrifughe e spremute.

 

Quindi tutto molto complesso….soluzioni semplici non esistono

Per fare prevenzione Vieni a trovarci presso:

 ERBORISTERIA ARMONIA  Via Nazionale n. 74 b – Quero Vas – Vittorio Alberti Naturopata

ERBORISTERIA ARMONIA piazzetta nTrento Trieste n. 16n – FELTRE

 ERBORISTERIA HILDEGARD viale della Vittoria 70 Vittorio Veneto – dott.ssa Silvia Nogarol Naturopata

 chiamaci al: 366 4595 970

scrivete a scuoladinaturopatiahermete@gmail.com

 Chiedi scheda su difese immunitarie e materiale didattico a:

scuoladinaturopatiahermete@gmail.com