Drenaggio degli emuntori

Aromaterapia l’arte degli oli essenziali
Novembre 13, 2019
Laboratorio di Galenica a Crespano
Febbraio 6, 2020

Doctor supports kidneys healthy concept design .

PROVIAMO SEMPLIFICARE CIO’ CHE E’ ESTREMAMENTE COMPLESSO.

COSA SIGNIFICA DRENAGGIO

Parlare di depurazione è una vera assurdità… specialmente intesa come “depurazione” di tutto l’organismo.
Invece l’approccio coretto è quello di fare un “drenaggio” degli organi emuntori, tecnica semplice che interviene in un organismo molto complesso che necessiterà di una visione globale dell’organismo dove l’ anamnesi e gli esami completi del sangue e delle urine sono fondamentali come punto di partenza.

Questo spiega perché la maggioranza dei medici, naturopati, farmacie, erboristerie ecc. non hanno la capacità di affrontare l’ovvia complessità e preferiscono rifugiardi sulla banalità dei Detox, depuranti, dimagranti, brucia grassi

Ovviamente quando parliamo di drenaggio non parliamo dei “Stupidi prodotti in “biberon” veduti nei vari negozi”, ma di una tecnica fitoterapica.

Dimmi chi sei… per capire cosa fare!
Ovviamente non esistono prodotti per tutti, ma ogni persona deve trovare il prodotto adatto al suo organismo e alla sua predisposizione famigliare alle malattie.

Quindi esame completo del sangue ed urine.
Controllare se vi sono predisposizione famigliari alle allergie, malattie autoimmuni, malattie infettive.
Controllare se il sitema nervoaso funziona correttamente.

Controllare funzionalità:

  • apparato respiratorio
    stomaco
    intestino
    vie urinarie
    organi riproduttivi
    ciclo mestruale
    circolazione venosa-arteriosa
    circolazione linfatica
    pelle (dermatiti, dermatosi, eczema, psoriasi…)
    stress e lato depressivo
    stanchezza
    Tiroide (TSH)
    Reni-creatinina
    Fegato – colesterolo – HDL – Alt – Ast – Gamma GT
    pH urine e peso specifico delle urine
    Poi controllare malattie della famiglia del padre, della madre e situazione di fratelli e sorelle.

Solo la scienza ci può permettere di poter chiarire i meccanismi attraverso i quali il nostro organismo elimina i “prodotti” di scarto ed inquinanti che derivano sia dall’attività biologica del nostro organismo, sia attraverso il cibo e l’aria che respiriamo.

Depuranti o Drenanti
La parola depurante o detox vale quanto una “compressa dimagrante” quindi nulla e rientra della pubblicità in cui il soggetto non siete voi e la vostra salute ma la vendita di prodotti che non vi servono.

I drenanti degli emuntori invece non hanno lo scopo di “FARE” ma quello di aiutare la naturale capacità del nostro organismo ad eliminare i prodotti pericolosi. Il Drenaggio si manifesta nella stimolazione degli “organi” emuntori

Il Drenaggio, è una tecnica terapeutica usata in Medicina che ha come fine quello di indurre una lieve stimolazione degli organi emuntori permettendo o facilitando il fenomeno di eliminazione e “disintossicazione” messo in atto dall’organismo mediante l’utilizzazione di una sostanza biotica o di un Fitopreparato composto da gemmoderivati e Tinture madri atto a facilitare tale compito.

Ovviamente non si può fare un prodotto fitoterapico o erboristico che stimoli contemporaneamente
tutti gli emuntori… ma possiamo stimolarne alcuni con funzionalità sinergica… o emuntore per emuntore.

  • Alimentazione -La via del Cibo
    Usare cibi a medio e basso indice glicemico, meglio integrali, per avere un costante equilibrio energetico.
    Eliminare tutti i cibi contenenti zucchero, glucosio, maltosio, stevia ed edulcoranti.
    Bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno.
    Assumere preferibilmente cibi integrali di origine biologica.
    Ridurre a solo 4 pasti settimanali, su 14, l’apporto di proteine di origine animale e vegetale.

LE TOSSINE SI DIVIDONO:

Tossine esogene Inquinamento ambientali da Metalli pesanti, prodotti chimici, Elettroinquinamento, Radio-inquinamento, forni a microonde, virus, batteri, Stress, coloranti, conservanti, pesticidi, ormoni steroidei, Sovralimentazione di zuccheri e grassi, Trasfusioni di sangue, Vaccini (alterano il terreno biologico), Radioterapia e chemioterapia, Cosmetici non naturali, Variazioni climatiche.

Tossine endogene La fonte principale di queste tossine è rappresentato dai prodotti intermedi del metabolismo della fase catabolica finale e dall’acidificazione del nostro organismo. Queste tossine tendono a raggrupparsi in tessuti specifici e in particolare nelle vicinanze dei vasi sanguigni, delle articolazioni, dei legamenti, dei tessuti muscolari, delle ghiandole e del cervello. Sono spesso in grado di provocare irritazioni locali, infiammazioni e reazioni allergiche.

Riepilogo. Il drenaggio, consiste in una stimolazione lieve e prolungata nel tempo degli organi emuntori, per favorire l’eliminazione di tossine o residui catabolici che si accumulano nell’organismo, ripristinando l’omeostasi interna.

I processi vitali dell’organismo hanno luogo “SOLO se il pH è stabile e leggermente basico”… mediamente ad esclusione dell’apparato digerente.

Se il pH è costantemente acido, significa che l’organismo non è più in grado di compensare e compensarsi, con il conseguente accumulo di tossine acide e con perdita di sostanze basiche: l’organismo per compensare l’acidità sottrae a tessuti ed ossa i vari minerali basici (calcio, magnesio, ecc.) la perdita di questi minerali basici rende, per es. i tessuti dei muscoli, ipotonici, le ossa più fragili.
Acidosi intestino causata da cibi raffinati, zucchero, fermentazioni da errate combinazioni alimentari. Se noi mangiamo degli amidi (cereali) con delle proteide determineremmo acidificazione…questi acidi neutralizzeranno l’azione della ptialina e la digestione degli amidi cesserà completamente, ma contestualmente inizierà la fermentazione (causata da enzimi e batteri anaerobici che trasformeranno i polissaccaridi e disaccaridi in anidride carbonica, acido acetico, alcool = veleni).

L’acidificazione dell’intestino si propaga velocemente nell’organismo, difatti le conseguenze d’ una acidità anomala sono molte dalle più banali come un leggero reflusso gastrico o una persistente leggera stitichezza o un gonfiore antipatico del ventre, alle gravi patologie come un’alterazione del normale equilibrio esistente nell’organismo fra basi ed acidi, fra cui l’acidità del colon, fino al cancro.
Acidosi respiratoria quando si ha aumento di acido carbonico nel sangue, come conseguenza di una diminuita eliminazione di anidride carbonica attraverso i polmoni in seguito a ridotta ventilazione.
Acidosi del sangue (Chetoacidosi) è l’aumento dell’acidità del sangue a seguito dell’aumento di concentrazione di acido acetoacetico, acetone, e acido beta-idrossi-butirrico, prodotti dalla biosintesi epatica di glucosio a partire da acidi grassi.

Il Drenaggio, è una tecnica terapeutica che ha come fine quello di indurre una lieve stimolazione degli organi emuntori permettendo o facilitando il fenomeno di eliminazione e “disintossicazione” messo in atto dall’organismo mediante l’utilizzazione di una sostanza biotica o di un rimedio naturale atto a facilitare tale compito.
Il Drenaggio può ulteriormente essere stimolato per mezzo del movimento aerobico (circolazione linfatica) o per mezzo di tecniche inerenti i punti dell’agopuntura e manipolazioni e massaggi.

Gli emuntori sono gli organi che consentono il mantenimento dell’omeostasi corporea, ossia l’equilibrio acido basico dei liquidi organici, intra ed extra cellulari, deputati all’eliminazione dei materiali di rifiuto dell’organismo.

Reni e vie urinarie
Fegato e vie biliari
Intestino
Polmoni e mucose naso-orecchio-bocca
Pelle e ghiandole sudoripare e sebacee
Linfa
Sangue

Il Drenaggio è utile per eliminare le tossine accumulate

Per rafforzare il terreno di predisposizione
nei cambi di stagioni
in presenza di affezioni croniche
in convalescenza
nelle intolleranze alimentari

Programma di Drenaggio

  • Variazione dell’alimentazione riducendo i cibi acidificanti (prodotti raffinati-zuccheri- proteine)
    Aumento dei cibi “basici” come: frutta, verdura, cibi integrali, miglio….
    Sali bacici ( 1 cucchiaino in un bicchiere d’acqua: mattina e sera.
    Diatesi d’appartenenza
    Drenanti base per ogni Organo od emuntore coinvolto o sistema.
  • Vedi alla fine articolo La via del movimento. Muoversi è fondamentale per la salute.

Ovviamente per fare un’azione valida e funzionale non basteranno i gemmoderivati e macerati idroalcoolici ma si dovrà in termini sinergici aggiungere:
oligominerali a secondo della Diatesi di appartenenza, oligominerali specifici del sistema o organo trattato
vitamine specifiche del sistema o organo trattato
attivazione del sistema parasimpatico
Alimentazione naturale funzionale.

Drenaggioe su soggetto sano – senza problemi
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Castanea Vesca MG (drenante elettivo della circolazione linfatica) +  Uncaria tomentosa MI (stimola l’attività dei linfociti T citossici).

Drenaggio: Apparato respiratorio
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Carpino betulus MG : drenante elettivo dell’apparato respiratorio * Ribes nigrum MG stimolante delle ghiandole surrene.

Drenaggio: Circolazione Linfatica
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Castanea Vesca MG : drenante elettivo dei vasi linfatici ( ristagno dei liquidi – cellulite) + Aesculus hippocastanum (drenante circolazione del sangue).

Drenaggio: Epatico
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Juniperus communis MG : azione protrettrice suugli epatociti – antidiabetica – diuretica + betula pubescens ( drenante sistema reticolo endoteliale).

Drenaggio dello Stomaco – Duodeno
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Il Ficus carica Mg: pianta elettiva dello stomaco – delle secrezioni stomaco – motilità gastroduodenale + Iperico o melissa officinalis.

Drenaggio dell’Intestino – Coliti – diverticolite
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Vaccinium vitis idaea MG: azione elettiva dell’intestino (coliti) e delle vie urinarie

Drenaggio del pancreas
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Fito Juglans regia MG: pancreatiti croniche – cirrosi – dermatiti – antinfiammatorio
Morus nigra MG: drenante elettivo del pancreas – diabete di tipo I e II

Drenggio vie urinarie
Cistiti – Cistiti ricorrenti – Uretriti
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Vaccinium vitis idaea MG: azione elettiva dell’intestino (coliti) e delle vie urinarie

Drenaggio organi riproduttivi
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti Sequoia gigantea MG: azione anabolica dell’app. uro-genitale

Drenaggio Ovaie Infiammazioni – Cisti ovariche
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Rubus idaeus MG: pianta elettiva delle ovaie – antipasmodico uterico – riequilibrante endocrino femminile – dismenorree – iperfollicolinemia – cisti ovariche – oligo-amenorree

Drenaggio in caso di Fibroma Uterino
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti Sequoia gigantea MG: azione anabolica dell’app. uro-genitale
Rubus idaeus MG: pianta elettiva delle ovaie – antipasmodico uterico – riequilibrante endocrino femminile – dismenorree – iperfollicolinemia – cisti ovariche – oligo-amenorree

Drenaggio Ipertensione ???   NOTA Se l’ipertensione si manifesta dopo i 45 anni anni non si possono ottenere risultati di rilievo
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti Viscum album MG: ipotensivo – antisclerotico – antifibrocistica Crataegus oxycantha Mg: ipertensione – insufficienza cardiaca
Olea europea MG: ipertensione – ipercolesterolemia – diabete dell’anziano

Drenaggio della Circolazione venosa
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Aesculus Hippocastanum: anticongestionante venoso – arteriosaelettivo circolazione pelvica ed emorroidale – azione circolatoria epatico – portale
Sorbus domestica MG: favorisce la circolazione degli arti inferiori – stasi venosa – timpanosclerosi
acufeni – disturbi dell’udito (problematica estremamente complessa dove i ottengono modesti risultati)

Drenaggio articolazioni: Artrosi – Artrite delle piccole articolazioni
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Ribes nigrum MG: stimolante delle ghiandole surrenali per la prod. del cortisolo
Vitis vinifera MG: azione antinfiammatoria – artrite delle piccole articolazioni – artrosi degenerativa

Drenaggio delle articolazioni: Artrosi – Artrite delle grandi articolazioni
Dosaggio 40/50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti
Ribes nigrum MG: stimolante delle ghiandole surrenali per la prod. del cortisolo
Pinus montana MG: azione antinfiammatoria – antireumatica – azione rigeneratrice sul tessuto osseo e sulle cartilagini – artrosi delle grandi articolazioni – osteoporosi – previene/migliora il recupero nella fragilità delle ossa
Rubus fruticosus MG: antiatrosica – antiosteoporotica – ipotensiva – ipoglicenizzante – osteoporosi artrosi degenerativa senile

Allergie & Drenaggio (vedi scheda sulle allergie)

Ovviamente in un progetto fitoterapico alle piante officinali specifiche del Drenaggio elettivo dell’emuntore si aggiungeranno delle piante sinergiche atte a migliorare e sostenere l’attività farmacologica della pianta elettiva del sistema e dell’organo.

In Italia per la nostra esperienza non esistono aziende che riescono a fare questo e che contemporaneamente possono vantare di avere esperienza qulitativa… brave aziende a produrre i singoli estratti ma infantili nella composizione fitoterapica.  Conosciamo nel Veneto oltre a Vittorio Alberti Naturopata e la dott.ssa Silvia Nogarol,naturopata altri due fitopreparatori con una buona esperienza.

Da questo breve articolo avrete compreso la complessità dell’argomento e quanto studio ed esperienza bisogna avere per poter agire…. mettendo sempre la persona al centro della nostra attività.

In questo progetto non dobbiamo dimenticarci:

DELL’ ATTIVITA’ FISICA – LA VIA DEL MOVIMENTO
Ovviamente Drenare, migliorare l’alimentazione non può essere separato dal movimento inteso come pratica per la Salute…. stare fermi o seduti in divano non è un metodo qualificante per la salute fisica e mentale.
Praticare anche piccole quantità di esercizio fisico è meglio che non fare nulla. L’esercizio fisico dovrebbe essere una componente essenziale della routine giornaliera. Sebbene sia preferibile una moderata attività fisica di almeno 30 minuti al giorno, anche dell’attività fisica intermittente aumenta il consumo di calorie ed è utile per chi non riesce ad incorporare 30 minuti di esercizio fisico nella routine giornaliera (Frank W et al., 2000 J. Appl. Physiol. 88:774).
L’attività fisica moderata è un’attività fisica che usa grandi gruppi muscolari a un livello almeno equivalente a quello di una camminata a passo veloce.
Per esempio, svariati studi epidemiologici hanno dimostrato che il rischio di sviluppare infarto del miocardio e ictus cerebrale è più basso in persone che praticano regolare esercizio fisico rispetto a quelle che conducono una vita sedentaria.
Praticare almeno 30 minuti di esercizio fisico moderato al giorno è anche importante per prevenire l’eccessivo accumulo di grasso corporeo perché ci aiuta a bruciare le calorie in eccesso.
Con l’attività fisica, infatti, si aumenta il numero di mitocondri nei muscoli in movimento: maggiore è il numero di mitocondri nel muscolo, maggiore è il consumo di energia sotto sforzo (Holloszy JO. 2011 ComprPhysiol. 1:921).
Ci scusiamo per la brevità e semplificazioni imposte dal mezzo facebook
Centro Ricerca Piante Officinali Veneto Vittorio Alberti Naturopata dott.ssa Silvia Nogarol Naturopata.

CI SCUSIAMO PER LA SEMPLIFICAZIONE

 

CENTRO RICERCA PIANTE OFFICINALI VENETO

SCUOLA DI NATUROPATIA HERMETE SOPHIA